Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Edward Snowden, la 'talpa' del Datagate, ha chiesto asilo politico a 15 Paesi, consegnando la lista al ministero degli esteri russo. Lo riporta il Los Angeles Times.

"Si tratta di una mossa disperata dopo il 'no' dell'Ecuador", commenta una fonte del ministero russo.

La lista dei Paesi a cui Snowden si è rivolto non è stata per ora diffusa. L'incontro tra la 'talpa' e le autorità russe sarebbe avvenuto all'aeroporto internazionale di Sheremetyevo di Mosca, dove Snowden si rifugia da giorni, da quando è arrivato da Hong Kong.

Asilo in Francia?

La Francia dovrebbe "tener testa" agli Stati Uniti e offrire asilo politico a Snowden. È la richiesta avanzata dall'estrema sinistra francese al presidente François Hollande, dopo che il "Guardian" ha rivelato che anche Parigi era spiata dalla Nsa americana. Il primo a lanciare la proposta è stato il leader del Front de Gauche, Jean-Luc Melenchon, secondo cui la Francia dovrebbe accogliere Snowden "perché quest'uomo è un benefattore" e un "difensore della libertà".

L'idea ha però ricevuto anche il sostegno dei parlamentari di Europe écologie Les verts (Eelv), partito che fa parte della maggioranza di governo. Dare asilo a Snowden, dicono in una nota, "permetterebbe di ricordare che la Francia intende proteggere tutti quelli che lanciano degli allarmi, quale che sia la loro nazionalità, dato che costituiscono una salvaguardia indispensabile della democrazia

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS