Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gara di solidarietà in Russia per aiutare il "povero" Edward Snowden, che la scorsa settimana ha ottenuto l'asilo politico da Mosca per un anno. Il senatore Ruslan Gattarov, capo del gruppo di lavoro della Duma alta per la protezione dei dati personali su Internet ha promesso oggi dalle colonne del quotidiano Izvestia di aprire un conto in banca per supportare l'ex agente della Cia, raccogliendo fondi privati in una sorta di colletta.

Gattarov dice di aver ricevuto da parte di molti cittadini russi richieste su come aiutare l'informatico che Washington accusa di spionaggio, affinché "Ed" possa affittare un appartamento e comprare vestiti durante il suo soggiorno in Russia di un anno. Per il senatore, è stato appurato che Snowden ora che la Russia lo ha accolto, ha bisogno di aiuto finanziario: "Oltre al conto bancario, sarà aperto anche un sito speciale a suo sostegno, dal nome helpsnowden.ru, già registrato e sarà gestito gratuitamente da esperti di IT russi".

Pronta risposta da Anatoli Kucherena, avvocato russo di Snowden, sempre su Izvestia: "Edward accetterà con gratitudine gli aiuti di cittadini russi e di altri paesi, perché non è una persona facoltosa, e i mezzi di cui dispone ora non gli basteranno a lungo". Ieri il Consiglio della Federazione (il Senato russo) per bocca dello stesso Gattarov aveva invitato Snowden a collaborare con il parlamento per garantire la protezione dei dati personali dei cittadini russi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS