Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La "talpa" del Datagate Edward Snowden ha ottenuto l'asilo temporaneo dalla Russia. Lo ha dichiarato il suo avvocato Anatoli Kucherena. Snowden ha lasciato l'aeroporto moscovita di Sheremetevo, in cui era bloccato dal 23 giugno scorso, a bordo di un normale taxi e da solo, senza alcun accompagnatore.

"Ha vinto la giustizia". È il primo commento di Snowden, diffuso da Wikileaks, dopo aver lasciato l'aeroporto di Mosca con un permesso temporaneo di un anno. La talpa del Datagate ha poi attaccato il presidente americano Barack Obama e ringraziato Vladimir Putin.

"Nelle ultime otto settimane ha detto - abbiamo visto che l'amministrazione Obama non mostra alcun rispetto per le leggi internazionali e nazionali, ma alla fine la giustizia ha vinto. Grazie alla Russia per avermi concesso l'asilo in conformità con le sue leggi e i suoi obblighi internazionali".

Siamo "estremamente delusi dalla scelta russa", ha da parte sua detto Jay Carney, portavoce della Casa Bianca, commentando il caso."Ed Snowden non è né un informatore, né un dissidente, ma è imputato di gravi crimini. La scelta russa non ha alcuna giustificazione", ha aggiunto.

Circa l'ipotesi che il presidente Usa Barack Obama possa disertare il vertice bilaterale con Vladimir Putin in calendario a margine del prossimo G20 a San Pietroburgo il portavoce ha tagliato corto: "Valuteremo l'utilità di un summit con la Russia ma oggi non ci sono annunci particolari".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS