Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

SOLETTA - Un ex detenuto della prigione solettese di Schöngrun è stato assolto dall'accusa di atti sessuali con fanciulli. Era sospettato di aver avuto relazioni con la figlia 14enne di un altro detenuto, fatta entrare di nascosto nel penitenziario.
Il processo davanti al tribunale distrettuale di Bucheggberg-Wasseramt si è tenuto mercoledì a porte chiuse. Secondo i giudici la ragazzina non era affidabile visto che ha rilasciato dichiarazioni contrastanti a più riprese.
Il caso era stato rivelato dalla stampa lo scorso marzo. I media avevano raccontato di un detenuto 37enne che era riuscito a far entrare in una struttura esterna del penitenziario la figlia 14enne grazie all'aiuto di una guardia. L'adolescente avrebbe trascorso lì due notti, consumando droga e avendo relazioni sessuali con altri due carcerati. Contro la guardia è stato aperto un procedimento penale per aiuto all'evasione di detenuti, eventuale favoreggiamento e infrazione alla legge federale sugli stupefacenti.
A seguito del rapporto commissionato dal Consiglio di Stato solettese, che ha messo in luce gravi lacune, il direttore del penitenziario ha dovuto lasciare l'incarico.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS