Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PARIGI - La banca francese Société Générale ha chiesto al tribunale di Parigi di condannare il suo ex trader Jérôme Kerviel a versarle 4,9 miliardi di euro di danni, a titolo di indennizzo. La cifra richiesta è la stessa che, secondo le accuse, l'istituto avrebbe perso a causa dei giochi speculativi non autorizzati del suo ex dipendente.
"Avremmo potuto chiedere gli interessi, avremmo potuto chiedere in più un risarcimento per danni morali", ha sottolineato Jean Veil, avvocato della banca che nel processo contro Kerviel si costituita parte civile, spiegando che si è invece preferito optare per questa cifra per motivi di "semplicità" e "comprensione".
Jérôme Kerviel, sotto processo per abuso di fiducia, falso e introduzione fraudolenta di dati in un sistema informatico, oltre al risarcimento alle parti civili rischia di vedersi comminata una pena fino a 5 anni di reclusione e un'ammenda di 375.000 euro.

SDA-ATS