Navigation

Solar Impulse è atterrato a Payerne (VD)

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 luglio 2011 - 20:21
(Keystone-ATS)

Solar Impulse, il velivolo elvetico a propulsione solare, è tornato in Svizzera. Decollato stamane alle 07:11 da Parigi, dove era ospite d'onore al Salone internazionale dell'aeronautica e dello spazio di Bourget, l'aereo pilotato da André Borschberg è atterrato alle 19.45 a Payerne (VD), accolto dall'applauso di centinaia di persone venute ad accoglierlo.

Il velivolo avrebbe teoricamente potuto atterrare prima, siccome si trovava già nella regione di Payerne. Ha però preferito attendere le 19.45 a causa della sua sensibilità alle correnti ascensionali, ha riferito il responsabile della missione, Raymond Clerc, sul sito internet di Solar Impulse.

Per giungere al salone da Bruxelles, il 14 giugno scorso, l'apparecchio aveva dovuto compiere un viaggio di oltre quindici ore, rispetto alle usuali sei, poiché non aveva l'autorizzazione di atterrare prima delle 21:00. Un primo tentativo di volo verso la capitale francese, effettuato l'11 giugno, era invece stato interrotto a causa delle cattive condizioni meteorologiche e di un problema tecnico.

Solar Impulse, ideato dal vodese Bertrand Piccard, ha realizzato lo scorso anno il primo volo notturno ad energia solare. L'obiettivo dell'esperienza è di dimostrare l'importanza delle nuove tecnologie per lo sviluppo sostenibile. Una nuova versione di Solar Impulse è in corso di attuazione per compiere il giro del mondo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.