Navigation

Solare potrebbe coprire 40% fabbisogno sfruttando tetti edifici

Secondo i ricercatori del Politecnico di Losanna, i tetti delle case andrebbero sfruttati di più per installarvi pannelli fotovoltaici. KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 03 febbraio 2020 - 12:34
(Keystone-ATS)

L'energia solare potrebbe coprire oltre il 40% del fabbisogno in Svizzera di corrente, se solo venissero sfruttati i tetti degli edifici per istallarvi pannelli solari.

È la conclusione cui sono giunti alcuni ricercatori del Politecnico federale di Losanna. In Svizzera, attualmente solo un decimo del potenziale viene utilizzato.

Oltre la metà dei 9,6 milioni di coperture prese in considerazione potrebbe accogliere questa tecnologia, stando ai ricercatori. Sulla base del potenziale energetico, insomma, la diffusione su larga scala del fotovoltaico sui tetti può svolgere un ruolo importante nella transizione verso un sistema a basse emissioni nocive per l'ambiente.

Finora, la mancanza di dati e le grandi incertezze associate ai metodi di calcolo esistenti hanno reso più difficile stimare in maniera accurata questo potenziale, si legge in una nota odierna dell'ateneo che rinvia ad un articolo pubblicato dalla rivista Applied Energy.

Nel calcolare il potenziale energetico non si è tenuto conto solo dell'irradiamento, ma anche della superficie disponibile sui tetti. Altri parametri considerati: l'orientamento del tetto, la posizione al centro della città o isolata dell'edificio. Tutte queste variabili sono finite in un algoritmo da cui è risultato che il 55% della superficie totale delle coperture si presta all'installazione di pannelli fotovoltaici. Il potenziale stimato è di 24 terawattora (TWh), corrispondente ad un aumento di dieci volte gli impianti esistenti.

I risultati dello studio possono essere utilizzati per elaborare politiche efficaci destinate all'integrazione del fotovoltaico sui tetti. Diverse istituzioni, come il Fondo Nazionale Svizzero per la ricerca, Innosuisse e l'Ufficio federale dell'energia discutono allo scopo di sviluppare una piattaforma che permetta alle città, ai cantoni, ai comuni e ai privati di visualizzare il potenziale delle energie rinnovabili nei rispettivi edifici.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.