Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un soldato israeliano è stato pugnalato a morte stamane da un palestinese nella città di Afula (Galilea). Lo ha affermato un portavoce militare secondo cui l'assalitore è un ragazzo che intendeva vendicare l'arresto di suoi congiunti da parte dell'esercito israeliano. L'assalitore è stato neutralizzato da passanti e consegnato alla polizia.

La vittima è stata identificata come Eden Atias, 19 anni, originario di Nazaret Illit (Galilea). Il soldato si era arruolato appena due settimana fa.

Il suo presunto assassino è quasi coetaneo. Si tratta, secondo l'agenzia di stampa palestinese, di Hussein Sharf Ghawadra, 17 anni, del villaggio di Bir al-Basha, nella provincia di Jenin (Cisgiordania). Fonti palestinesi affermano che in quel villaggio sono in corso perlustrazioni dell'esercito israeliano.

Secondo la polizia israeliana Ghawadra è arrivato oggi ad Afula (Galilea) con la ferma intenzione di pugnalare israeliani. Intendeva così vendicare, ha aggiunto la polizia, la reclusione di due suoi congiunti. Uno di essi sconta tre ergastoli per l'uccisione di israeliani; un altro sconta 12 anni di prigione per un tentato omicidio.

L'uccisione del soldato ha destato forte emozione in Israele. Parlamentari di destra hanno fatto appello al premier Benyamin Netanyahu affinché sospenda la liberazione, per scaglioni, di circa 100 detenuti palestinesi decisa la scorsa estate per sostenere la ripresa delle trattative di pace.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS