Navigation

Soldi in Svizzera: fascicolo procura Roma su caso Fede

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 marzo 2012 - 18:26
(Keystone-ATS)

La procura di Roma ha aperto un fascicolo per verificare la fondatezza di una segnalazione secondo cui Emilio Fede avrebbe tentato di depositare 2 milioni e mezzo di euro in contanti su un conto svizzero.

Soldi non accettati, per alcuni quotidiani italiani, poiché i funzionari di banca non avrebbero ravvisato garanzia sulla provenienza del denaro. Riciclaggio l'ipotesi di reato configurato, al momento contro ignoti, dal procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo. Fede sarà convocato per fornire la sua versione dei fatti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?