Navigation

Soletta: incendio cattedrale, incriminato piromane

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 giugno 2011 - 11:24
(Keystone-ATS)

La Procura pubblica di Soletta ha formalmente incriminato per incendio intenzionale il 62enne squilibrato che lo scorso 4 gennaio aveva appiccato il fuoco nella cattedrale, causando danni milionari. L'uomo, un disoccupato svizzero residente a Olten (SO), era stato arrestato lo stesso giorno e si trova tuttora in detenzione preventiva.

In tribunale dovrà rispondere anche di precedenti reati. La data del processo non è stata ancora fissata. Il piromane, psichicamente labile, è reo confesso. Una perizia psichiatrica gli attribuisce una responsabilità fortemente ridotta, ha indicato oggi la Procura.

Il 4 gennaio, l'uomo aveva versato una ventina di litri di benzina sull'altare principale e sul tappeto sottostante, appiccando quindi il fuoco con l'aiuto di una candela. Era poi rimasto nell'edificio ad aspettare la polizia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?