ZURIGO - La soluzione del conflitto fiscale con le autorità americane a proposito dei dati di clienti di UBS, spetta allo Stato. Lo ha dichiarato il presidente della grande banca, Kaspar Villiger al quotidiano "Neue Zürcher Zeitung".
Villiger ha aggiunto: per quanto ci riguarda "noi abbiamo adempiuto alla nostra parte di accordo con gli Stati Uniti". La questione sollevata dalla sentenza del Tribunale amministrativo federale (TAF) può essere risolta solo attraverso l'operato della Confederazione, trattandosi di "un conflitto tra due Stati con due distinti ordinamenti giuridici".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.