Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sale ad almeno 11 morti e 31 feriti, 24 dei quali in condizioni gravi, il bilancio dell'attacco contro il Central Hotel di Mogadiscio, capitale somala, da parte di militanti islamici del gruppo Shabaab. Lo riferisce la tv satellitare al-Jazeera.

La stessa tv dà notizia del ferimento di un vice premier e dell'uccisione del ministro dei Trasporti e di due parlamentari, ma la notizia per ora non trova conferma ufficiale.

Anche la tv concorrente al-Arabiya parla di vittime tra i rappresentanti delle istituzioni e afferma, anche in questo caso senza conferme, che sono stati uccisi il vice sindaco per gli Affari politici Muhammad Adam Gulid, un deputato del parlamento somalo e l'ex ministro degli Interni Abdelqader Ali Omar.

Il Central Hotel è stato preso di mira da due autobomba che sono esplose nei pressi della sua moschea, appena dopo la fine della preghiera del venerdì. L'hotel, che ospita molti rappresentanti del governo e del parlamento, è stato poi preso d'assalto da militanti armati e i testimoni parlano di intensi scontri a fuoco. Dalla loro radio al-Andaluz gli Shabaab hanno rivendicato l'attacco.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS