Navigation

Somalia: esplosioni nel sud, uccisi quattro soldati

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 luglio 2012 - 15:27
(Keystone-ATS)

Almeno quattro soldati governativi sono stati uccisi e molti altri sono rimasti feriti in due esplosioni a Baidoa, la terza città più grande della Somalia, situata a 250 chilometri a nord ovest di Mogadiscio.

Secondo quanto riferito da alcuni testimoni all'emittente locale Shabelle, gli ordigni sono stati fatti esplodere vicino ad un presidio delle forze armate somale lungo la strada che conduce a Baidoa, capitale della regione di Bay.

Il commissario distrettuale dell'esercito a Baidoa, Hassan Mòalin Bikole, ha detto in una intervista ai media locali che le forze di sicurezza hanno sventato altri attentati contro installazioni governative in città. Nessun gruppo ha finora rivendicato la responsabilità degli attacchi, ma già nelle scorse settimane i miliziani di al Shabaab avevano lanciato simili atti di violenza nella stessa zone nel tentativo di riprendere il controllo a sud del Paese.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?