Navigation

Somalia: giornalista ucciso a Mogadiscio, sesto nel 2012

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 maggio 2012 - 14:45
(Keystone-ATS)

Un giornalista somalo di una radio indipendente è stato ucciso oggi da sconosciuti a Mogadiscio. Lo ha annunciato Radio Shabelle presso la quale lavorava. Ahmed Ado Anshur è il sesto giornalista ucciso in Somalia dall'inizio dell'anno. È stato un presentatore di Radio Shabelle, una delle radio più conosciute della Somalia, ad annunciare la morte del giornalista prima di diffondere versetti del Corano in segno di lutto.

Ahmed Ado Anshur è stato ucciso vicino alla sua abitazione qualche ore dopo aver lasciato la redazione. Secondo l'organizzazione di difesa dei media Reporters sans Frontieres, la Somalia è il paese africano in cui vengono uccisi più giornalisti. Mogadiscio è una delle capitali più pericolose al mondo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?