MOGADISCIO - I pirati somali hanno liberato una nave cisterna per sostanze chimiche e il suo equipaggio nordcoreano, dopo averli sequestrati per quattro mesi. Lo ha reso noto un funzionario di un'autorità marittima internazionale.
"La 'Theresa VIII' e tutti i 28 membri nordcoreani del suo equipaggio sono ora liberi - ha detto Andrew Mwangura del Programma di assistenza ai naviganti dell'Africa orientale - dopo il pagamento di un riscatto circa tre milioni e mezzo di dollari".
La chimichiera Theresa VIII, 22.294 tonnellate di stazza lorda, era stata sequestrata il 16 novembre scorso nel Golfo di Somalia meridionale, a nordovest delle Seychelles.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.