Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Oltre 2,5 milioni di persone in Somalia rischiano di morire, nonostante gli sforzi delle organizzazioni umanitarie. Lo ha detto ai giornalisti locali il coordinatore umanitario delle Nazioni Unite per la Somalia, Mark Bowden, nel corso di una conferenza stampa a Nairobi.

"I tassi di mortalità e malnutrizione in Somalia sono aumentati notevolmente attestandosi tra i più alti nel mondo", ha detto Bowden, il quale ha denunciato che oltre 323'000 bambini sotto i cinque anni sono gravemente malnutriti.

Decine di migliaia di persone sono morte lo scorso anno a causa della siccità e della guerra e, nonostante la carestia sia stata dichiarata superata lo scorso mese di febbraio, nei prossimi mesi la situazione potrebbe peggiorare per le scarse piogge, i ritardi nei raccolti e i conflitti ancora in corso, soprattutto a sud della Somalia. "Il numero delle persone che hanno bisogno di aiuto probabilmente aumenterà durante la seconda metà dell'anno", ha concluso il rappresentante dell'Onu.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS