Navigation

Somalia: ONU, UA e IGAD, sanzioni a chi mina processo di pace

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 maggio 2012 - 18:19
(Keystone-ATS)

Nazioni Unite, Unione Africana (UA) e l'Autorità intergovernativa per la sicurezza e lo sviluppo dell'Africa orientale (IGAD) hanno sottoscritto una dichiarazione congiunta in cui esprimono preoccupazione per il processo di pace in Somalia entrato in una fase critica.

I firmatari, secondo quanto riportano i media locali, hanno accusato "individui e gruppi dentro e fuori la Somalia" di voler "minare" i progressi compiuti negli ultimi mesi. "Il mancato rispetto o eventuali ostruzioni verso il superamento del governo di transizione saranno oggetto di immediate misure restrittive e sanzioni", è scritto nella dichiarazione congiunta.

Secondo la tabella di marcia approvata lo scorso mese di settembre, entro il prossimo 20 agosto in Somalia dovrà essere convocata un'assemblea costituente, adottata una Costituzione federale provvisoria e formato un nuovo parlamento.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?