Navigation

Somalia: scontri fra milizie rivali a Chisimaio, 18 morti

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 giugno 2013 - 15:58
(Keystone-ATS)

Almeno 18 persone sono morte in nuovi scontri scoppiati nelle ultime 24 ore a Chisimaio, nel sud della Somalia, tra gruppi di miliziani rivali che si contendono il controllo della città portuale.

I combattimenti hanno opposto gli uomini della milizia Ras Kamboni - dell'ex signore della guerra islamico Ahmed Madobe, autoproclamatosi "presidente" del Giubaland (regione nel sud del paese) - ai miliziani di Iftin Hassan Basto, altro signore della guerra, anche lui elettosi "presidente" della stessa regione.

Gli scontri, iniziati ieri sera, sono ripresa questa mattina dopo una pausa notturna.

Dalla cacciata da questa regione dei fondamentalisti al-Shabaab, nel settembre dello scorso anno nell'offensiva condotta dalle forze di Mogadiscio insieme all'Umisom e all'esercito kenyano, sono rinate le inimicizie e le tensioni fra i "capi" locali e le loro milizie per il controllo del territorio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.