Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È necessario creare una piattaforma fra Stati che vigili in materia di rispetto del diritto umanitario. È quanto ha proposto la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga, aprendo a Ginevra la Conferenza internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa.

Questo meccanismo implicherebbe riunioni annuali su base volontaria, ha aggiunto la ministra elvetica, sottolineando come i diritti debbano prevalere anche in caso di guerra.

Sommaruga ha quindi reso omaggio al ruolo centrale svolto dalla Croce Rossa e dalla Mezzaluna Rossa nello sviluppo del diritto umanitario. Grazie alla loro neutralità e indipendenza, queste organizzazioni hanno migliorato le sorti di milioni di persone, ha ricordato.

La consigliera federale ha poi posto l'accento sulle vittime civili dei conflitti, "di cui ci si dimentica troppo presto", e sulla attuale crisi migratoria, "una delle principali sfide da affrontare nei prossimi decenni".

La Conferenza, intitolata "The Power of Humanity", dura fino a giovedì. Organizzata ogni quattro anni da 150 anni consente ai partecipanti di discutere delle soluzioni da adottare nell'aiuto umanitario. Sarà dibattuta l'adozione di diverse risoluzioni sulle violenze sessuali, sul personale medico in guerra e sul cambiamento climatico.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS