Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga prevede "discussioni difficili" all'incontro dei ministri dell'interno dell'Unione europea (Ue) riguardo alla ripartizione dei profughi e spera in una "solidarietà europea".

Visto il gran numero di profughi giunti in Europa dal Mediterraneo, è necessario trovare una soluzione condivisa, ha aggiunto.

La Svizzera appoggia l'Agenda per l'immigrazione della Commissione europea, un piano strategico con azioni immediate e a lungo termine per affrontare l'emergenza, ha detto la presidente della Confederazione a Lussemburgo prima dell'inizio dell'incontro.

Il piano prevede in particolare di rafforzare Frontex e di colpire i trafficanti. Introduce un sistema di quote per la ridistribuzione dei richiedenti asilo nell'Ue e per il ricollocamento di quanti hanno bisogno di protezione. Apre anche un canale legale per l'immigrazione qualificata.

La ripartizione dei profughi tramite quote è giudicata positivamente dalla Svizzera. Da tempo auspichiamo una chiave di ripartizione, ha detto Sommaruga.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS