Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Fissando gli obiettivi di sostenibilità l'ONU è entrata nell'era moderna, secondo la presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga.

La promettente agenda delle Nazioni Unite si rivolge a tutti gli Stati, e non sarà più il nord a dire al sud cosa bisogna fare per lo sviluppo, ha affermato oggi ai media a New York la consigliera federale.

Il programma mette in chiaro che tutti gli Stati hanno un potenziale di sviluppo. Anche la Svizzera ha di fronte a sé delle sfide, come la parità dei sessi, in particolare pensando alle differenze di salario ancora esistenti fra uomo e donna, ha sottolineato la Sommaruga.

Secondo la presidente, i discorsi dei leader mondiali hanno dimostrato l'importanza e la credibilità dell'Onu, nonostante alcune critiche rivolte all'organizzazione. "C'è voglia di trovare soluzioni politiche e non militari", ha aggiunto la Sommaruga.

Nel suo discorso all'assemblea, la consigliera federale ha sottolineato il ruolo della Svizzera e della città di Ginevra, che ospita la sede europea dell'Onu e quella principale della Croce Rossa.

La Sommaruga ha anche approfittato dell'occasione per diversi incontri bilaterali. Ha parlato con la Cancelliera tedesca Angela Merkel, col premier italiano Matteo Renzi e con quello greco Alexis Tsipras.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS