Navigation

Sonda cinese Chang'e-5 è sulla Luna

La sonda era stata lanciata il 24 novembre dall'isola di Hainan. Keystone/AP/MARK SCHIEFELBEIN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 01 dicembre 2020 - 18:32
(Keystone-ATS)

La sonda Chang'e-5 ha completato con successo le operazioni di allunaggio. Lo riferisce l'agenzia spaziale cinese Cnsa, fornendo gli ultimi aggiornamenti sulla missione che si propone di raccogliere, tra l'altro, numerosi campioni della superficie della Luna.

La Cina si avvia a essere il terzo paese al mondo, dopo Usa e Russia, ad avere materiale del pianeta terrestre da studiare. L'ultima missione del genere risale al 1976 e fu la sovietica Luna 24.

L'allunaggio è avvenuto nell'area di Mons Rumker dell'enorme pianura vulcanica Oceanus Procellarum, nota come "Oceano delle Tempeste", sul lato della Luna più vicino alla Terra, ha riferito l'agenzia spaziale cinese.

L'arrivo sulla superficie lunare è avvenuto a pochi giorni di distanza dal lancio della sonda robotica da parte della Cina, partita all'alba del 24 novembre dall'isola di Hainan.

L'allunaggio è il terzo riuscito della Cina sul satellite della Terra, dopo il primo effettuato dalla sonda Chang'e-3 il 14 dicembre 2013 e quello sul lato nascosto della Luna completato dalla sonda Chang'e-4 il 2 gennaio 2019.

La missione senza equipaggio ha preso il nome Chang'e della mitica dea cinese della Luna e ha lo scopo di raccogliere materiale per aiutare gli scienziati a capire le origini del satellite in vista anche della costruzione di una base lunare, necessaria per la conquista del pianeta rosso, Marte.

Condividi questo articolo