Navigation

Sondaggi: sì a congedo paternità e aerei, no iniziativa UDC

È il momento di dire la propria. KEYSTONE/TI-PRESS/DAVIDE AGOSTA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 16 settembre 2020 - 08:00
(Keystone-ATS)

Sì al congedo paternità e agli aerei da combattimento, no netto all'iniziativa per la limitazione dell'immigrazione: sono queste le indicazioni che giungono dai sondaggi in vista della votazione del 27 settembre.

Per gli altri due oggetti, legge sulla caccia e deduzioni per i figli, l'esito appare meno prevedibile.

I rilevamenti sono quelli di SRG SSR (effettuati il 6 settembre con 17'909 interpellati) e di 20 Minuten/Tamedia (10-11 settembre, 20'300 persone). In base a questi dati, pubblicati in concomitanza stamani, l'iniziativa UDC per un'immigrazione moderata è respinta con rispettivamente il 63% e il 65% di no.

Il controprogetto indiretto all'iniziativa popolare per un congedo di paternità ragionevole ottiene il consenso del 61% (SRG SSR) e di oltre due terzi degli interpellati (Tamedia). Il sostegno all'acquisto di nuovi jet per l'aeronautica militare è rispettivamente al 56% e al 65%.

In quasi perfetto equilibrio (nei due sondaggi: 46% sì e 48% no, 49% sì e 48% no) appare il risultato relativo alla modifica della legge venatoria. Ancora tutta da determinare è pure la situazione in relazione alla modifica della legge federale sull'imposta federale diretta per il trattamento fiscale delle spese per la cura dei figli (43% sì e 52% no, 51% sì e 46% no).

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.