Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La popolarità del partito greco Nea Dimokratia (centro destra) è attualmente molto più vicina a quella di Syriza (sinistra radicale) di quanto non lo fosse a gennaio scorso, prima delle elezioni che portarono Alexis Tsipras al governo.

Lo riferisce il sito GreekReporter citando i risultati di un sondaggio condotto dall'emittente privata Vergina TV. In base alla ricerca, Syriza ha ricevuto il 24% dei voti favorevoli degli intervistati, mentre Nea Dimokratia ha ottenuto il 22%. Alle elezioni del gennaio 2015 Syriza ottenne il 36,3% contro il il 27,8% di Nea Dimokratia. Il partito filo-nazista Chrysi Avghì (Alba Dorata) ha ottenuto il 6% dei voti, seguito da To Potami (il Fiume, di centro) con il 5,5%. Il partito comunista greco (Kke), il socialista Pasok e l'appena costituito Unità Popolare, guidato dall'ex ministro dell'Energia Panagiotis Lafazanis, hanno ricevuto ciascuno il 4,5% delle preferenze. L'Unione centrista, che non è attualmente nel Parlamento, ha ottenuto il 4% dei voti, mentre Greci Indipendenti (An.El) che compone l'attuale coalizione di governo con Syriza, ha ricevuto solo il 3,5%.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS