Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Sondaggio dà UDC oltre il 30% e PPD sotto il 10%

Gli svizzeri dovranno eleggere il parlamento.

KEYSTONE/DOMINIC FAVRE

(sda-ats)

UDC oltre il 30%, PPD sotto il 10%: questi in estrema sintesi gli aspetti probabilmente più significativi che emergono da un sondaggio pubblicato oggi dalle testate di Tamedia a 21 mesi dalle elezioni federali del 2019.

I dati affiorano da un rilevamento realizzato sui portali online il 4 e 5 gennaio a cui hanno partecipato 20'422 persone. I risultati sono stati ponderati e secondo i sondaggisti il margine di errore è dell'1,2%.

Il partito con maggiori preferenze rimane l'UDC, che raccoglie il 30,8% dei consensi (+1,4 punti rispetto all'elezione del 2015). Stabili rimangono PS (18,7%, -0,1 punti) e il PLR (16,4%, nessuna variazione), mentre arretra in modo marcato il PPD (9,1%, -2,5 punti).

In lieve crescita sono i Verdi (7,4%, +0,3 punti) e ancora più dinamici appaiono i Verdi liberali (6,1%, +1,5 punti), che recuperano dopo il tonfo nelle elezioni, mentre continua il calo del Partito borghese democratico (3,7% -0,4 punti).

Il sondaggio Tamedia dà valori leggermente differenti da quelli presentati dall'ultimo barometro elettorale SSR pubblicato in ottobre. Questo vedeva in flessione sia l'UDC (al 28,7%) che il PS (al 17,7%), come pure il PPD (10,9%), ma dava il PLR in crescita al 17,1%.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.