Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In attesa del risveglio del lander Philae, la sonda Rosetta dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) continua a regalare sorprese e rivela come nascono le code delle comete.

In via di pubblicazione sulla rivista Astronomy and Astrophysics, la scoperta rivoluziona lo studio delle comete e sarebbe stata impossibile dalla Terra.

Studiando l'atmosfera della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko con uno dei suoi strumenti, lo spettrografo Alice, Rosetta ha scoperto che a liberare i gas che formeranno la spettacolare coda non sono le particelle di luce provenienti dal Sole (fotoni), ma gli elettroni che si trovano in prossimità del nucleo della cometa. "Finora si sapeva che le comete si attivano quando si avvicinano al Sole, ma non era chiaro l'esatto processo. Rosetta ha scoperto che il meccanismo è più complesso di quanto immaginato", rileva Alessandra Rotundi, dell'università Parthenope a Napoli e dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf), responsabile scientifica di un altro degli strumenti di Rosetta, Giada.

Analizzando l'atmosfera della cometa, ossia la chioma, nel lontano ultravioletto, lo spettrometro Alice ha scoperto che sono gli elettroni che si trovano a circa un chilometro dal nucleo della cometa a rompere le molecole di acqua e CO2 sulla superficie, liberando le sostanze osservate nella chioma.

Il processo avviene in due fasi: le particelle di luce (fotoni) colpiscono le molecole d'acqua, liberando degli elettroni. Questi colpiscono altre molecole di acqua e le rompono, liberando idrogeno e ossigeno. La stessa cosa succede con la CO2: l'elettrone colpisce la molecola e libera ossigeno e carbonio.

Quando la cometa sarà vicina al Sole, queste sostanze che ora sono nella chioma, saranno spinte dal vento di particelle della nostra stella e formeranno la spettacolare coda di gas della cometa. La scoperta, osserva Rotundi, mostra l'importanza di missioni come questa, perché, "solo da vicino è stato possibile osservare come avviene la trasformazione dallo stato solido a gassoso delle sostanze presenti sulla superficie della cometa".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS