Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La legge che renderà effettiva l'abdicazione del re Juan Carlo I è stata approvata oggi dal Parlamento con 299 voti a favore, 19 contrari e 23 astensioni. Tra gli astenuti, anche un deputato del Psoe, Odon Elorza, mentre un altro suo collega, Guillem Garcia, non ha partecipato alle votazioni.

La legge che consentirà la proclamazione di Felipe VI re e nuovo capo dello Stato ha ricevuto i voti a favore di PP, Psoe, UPyD, UPN e Foro Asturie, e quelli contrari di Izquierda Plural, Erc e alcuni deputati del gruppo misto. I deputati dei partiti nazionalisti basco e catalano, Pnv e CiU, si sono astenuti, come Coalicion Canaria. Il deputato socialista Odon Elorza, che aveva chiesto libertà di voto, si è astenuto mentre il suo compagno di Partito Guillem Garcia, si è allontanato dall'aula al momento della votazione. Lo stesso hanno fatto i deputati del partito basco indipendentista Amaiur.

La legge passerà ora all'esame del Senato, che la dovrà ratificare. In caso di emendamenti nella Camera alta, dovrà tornare al Congresso ed essere nuovamente votata. È previsto che la proclamazione del principe Felipe come monarca, avrà luogo il 19 giugno in una seduta plenaria straordinaria delle due camere del Congresso.

SDA-ATS