Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ROMA - "La tortura non è arte né cultura". E' stato il motto del corteo contro le corride organizzato oggi a Madrid da 16 diverse associazioni animaliste ed ecologiste. Molte migliaia di manifestanti hanno sfilato mostrando immagini di tori morenti, cartelli di protesta e denuncia (tra gli altri: 'Le tasse finanziano questo').
La manifestazione, secondo quanto scritto sul sito in cui è pubblicato un appello firmato da decine di attori, giornalisti, scrittori, poeti, registi, nonché uomini politici, è stata lanciata in risposta alla iniziativa della regione di Madrid di chiedere che la tauromachia sia dichiarata "attività di interesse culturale".
La proposta di una iniziativa legislativa popolare, lanciata dalla presidente della Regione, Esperanza Aguirre, del Partido Popular, ha raccolto nei giorni scorsi l'appoggio della famiglia reale di Borbone, mentre il parlamento regionale di Barcellona esamina una proposta per abolire la corrida in Catalogna.
Gli organizzatori della manifestazione, che si è svolta nella città simbolo delle corride e per di più a un mese dalla 'Feria di S.Isidro' che sta alla tauromachia come Wimbledon sta al tennis o la prima della Scala alla lirica, l'hanno definita "storica". L'intento - secondo quanto affermato dagli organizzatori - era quello di "dimostrare il rigetto sociale" nei confronti dell'iniziativa della regione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS