Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Spagna: da barbiere 'ammessi cani ma non donne', è polemica (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/AP/FRANCISCO SECO

(sda-ats)

Ha scatenato un mare di polemiche a Maiorca la decisione di un barbiere della capitale Palma di esporre all'ingresso della sua bottega un cartello con la scritta "gli uomini possono entrare, i cani pure, le donne no".

Il proprietario del 'Sindacate Barbers' di Plaza Progreso, un olandese che da dieci anni vive nelle Baleari, Bib Van den Hoek, davanti alle immediate proteste ha spiegato a El Mundo che i suoi servizi sono rivolti esclusivamente a uomini, che nella bottega possono chiacchierare liberamente ascoltando dischi di jazz "senza donne o bambini che cambierebbero l'atmosfera o li condizionerebbero". "Anche le donne, aggiunge, hanno i loro spazi riservati come le saune per signore e non ho nulla in contrario".

L'Istituto della Donna delle Baleari però non la pensa così. Dopo avere ricevuto diverse denunce ha invitato il barbiere a ritirarlo. Davanti al suo rifiuto ha chiesto al governo regionale e al comune di Palma di intervenire. Ma Van den Hoek afferma di volere resistere, "fino a quando non mi minacceranno di una multa molto salata": "non ho nulla contro donne o bambini, solo cerco di tutelare una atmosfera che mi piace e che piace ai miei clienti, che non si può conseguire con donne o bambini".

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS