Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In Spagna l'opposizione socialista (Psoe) ha chiesto le "dimissioni immediate" del premier conservatore, Mariano Rajoy, dopo le rivelazioni della stampa sullo scandalo dei presunti fondi neri del Partido Popular (Pp).

Secondo i socialisti, le rivelazioni recenti della stampa spagnola su scambi di sms fra il premier e il tesoriere del Pp, Luis Barcenas, proverebbero la "connivenza" fra i due sulla vicenda. Barcenas si trova in carcere per un episodio di corruzione ed è indagato per lo scandalo delle presunte tangenti pagate a molte alte cariche del partito conservatore del premier da parte di imprenditori in cambio di lucrosi appalti e sull'esistenza di una contabilità occulta del Pp.

"Di fronte alla situazione politica insostenibile che la Spagna sta attraversando, il Partito socialista si vede obbligato a esigere le dimissioni immediate del capo del governo, Mariano Rajoy", ha dichiarato in conferenza stampa a Madrid il leader del Psoe, Alfredo Perez Rubalcaba.

Non è la prima volta che i socialisti chiedono le dimissioni del premier da quando, in gennaio, esplose lo scandalo sull'onda di rivelazioni della stampa. "Da allora - ha aggiunto Rubalcaba - il comportamento del signor Rajoy di fronte a questa vicenda si può riassumere in modo semplice; nessuna spiegazione, menzogne e, da quello che apprendiamo oggi, connivenza. Una connivenza grave".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS