Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Hanno rifiutato l'estradizione nel Regno Unito i due genitori di Ashya King, bimbo britannico di 5 anni malato di tumore al cervello che i suoi familiari avevano sottratto giovedì senza consenso alle cure mediche in Inghilterra per fuggire fino in Spagna, dove ieri sono stati arrestati. È quanto ha affermato la Bbc, secondo cui i King sono comparsi di oggi all'Alta Corte di Madrid che ha deciso di prolungare la loro custodia per altre 72 ore.

Il premier britannico David Cameron ha espresso, tramite il suo portavoce, solidarietà alla coppia: crede che l'istinto dei genitori fosse quello "di offrire il meglio al loro figlio". "La priorità ora è la salute del bambino. È anche comprensibile che le autorità competenti si interessino a questi casi", ha aggiunto.

Cameron aveva perso nel 2009 il figlio Ivan, di sei anni, morto per una paralisi celebrale: questa tragedia aveva profondamente scosso lui e la moglie Samantha.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS