Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MADRID - Vita rallentata oggi in Spagna a causa dello sciopero generale convocato nel paese dai due grandi sindacati Ugt e Ccoo contro le misure di austerità per la riduzione del deficit e la riforma del mercato del lavoro decise dal governo del premier socialista José Luis Zapatero. È il primo sciopero generale convocato dai sindacati da quando Zapatero è giunto al potere, nel 2004.
Non sono al momento ancora disponibili cifre ufficiali sulla partecipazione, i due principali sindacati affermano tuttavia in un comunicato che si attende un'adesione vicina al 100% per l'industria siderurgica e una "totale fermo" per le aziende del settore automobilistico. Treni, aerei, autobus, servizi pubblici dovrebbero essere praticamente paralizzati, governo e sindacati hanno però concordato servizi minimi in tutti i settori nevralgici, trasporti, scuola, ospedali, amministrazione, servizi sociali.
Un segnale di solidarietà anche dalla famiglia reale: Juan Carlos di Borbone e il figlio Felipe principe delle Asturie, l'erede al trono, hanno annullato tutti gli impegni pubblici previsti per oggi in segno di rispetto per il diritto di sciopero dei lavoratori spagnoli.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS