Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un treno della società ferroviaria Renfe

KEYSTONE/AP/MANU FERNANDEZ

(sda-ats)

Il macchinista di un treno ad alta velocità Alvia della società spagnola Renfe a metà strada fra Santander, la città di partenza, e Madrid, il punto di arrivo, ha fermato la locomotrice ed è sceso, abbandonando nei vagoni 109 passeggeri.

L'uomo ha spiegato di avere finito l'orario di lavoro. Il treno è rimasto fermo due ore nella piccola stazione di Osorno, riferisce Publico online. I passeggeri, prima increduli poi furibondi, sono rimasti oltre due ore rinchiusi all'interno dei vagoni, che il macchinista prima di scendere non aveva aperto.

Renfe ha poi organizzato un trasporto alternativo in bus per i passeggeri rimasti ingabbiati a Osorno, che sono così arrivati a Madrid con cinque ore di ritardo.

Il macchinista ha spiegato di avere raggiunto il tempo massimo di guida consentito dalla legge, cinque ore e mezza, di avere chiesto ma non ottenuto un sostituto, e di avere quindi deciso di scendere dal treno anche per motivi di sicurezza. Renfe ha annunciato che i passeggeri potranno chiedere il rimborso integrale del biglietto ed ha aperto una inchiesta interna.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS