Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MADRID - Per la prima volta dalla loro creazione alla fine degli anni settanta, il numero di matrimoni civili (95 mila) ha superato nel 2009 in Spagna quello delle unioni con rito religioso (81 mila, ci cui 80.170 cattolici), anche se in termini generali i sì tra due persone (176 mila) sono calati del 10,8% rispetto all'anno precedente, riferisce una nota dell'istituto nazionale di statistica Ine.
I dati ancora provvisori dell'Ine sul 2009 indicano invece un aumento delle unioni tra persone dello stesso sesso, legali dal 2005: sono state 3.421, 218 in più rispetto al 2008. La maggior parte dei matrimoni gay si sono registrati tra uomini (2.212), mentre le unioni tra donne sono state 1.200.
La natalità in Spagna ha subito invece un calo del 5%, dopo 10 anni di crescita ininterrotta, spinto anche dall'immigrazione. L'anno scorso infatti sono dimnuite del 6% le madri con nazionalità straniera a dare alla luce un figlio rispetto al 2008, arrivando ad essere il 20,6% del totale.

SDA-ATS