Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il re di Spagna, Juan Carlos, è stato operato ieri sera all'ospedale "Quiron" di Madrid per la rimozione di una protesi all'anca sinistra, impiantatagli nel novembre scorso. L'intervento - necessario per un'infezione - è durato oltre due ore e si è concluso con esito positivo, a quanto si è appreso, anche se l'equipe medica ancora non ha diffuso alcuna nota. A "vivacizzare" la serata, l'esibizione di un uomo che ha attraversato nudo l'ingresso dell'ospedale mentre stava entrando la Regina Sofia. È stato arrestato dal servizio d'ordine

L'intervento è stato eseguito dall'equipe medica diretta dal professor Miguel Cabamela, primario di chirurgia ricostruttiva della clinica "Mayo" di Rochester (USA). Il re è entrato in sala operatoria alle 20:45 e l'operazione è durata oltre due ore.

La degenza prevista è compresa tra i quattro e i sette giorni e il tempo di recupero fra le otto settimane e i sei mesi.

Ad attendere fuori dalla sala operatoria vi erano, tra gli altri, la regina Sofia, la primogenita Elena - e il principe Felipe con la moglie Letizia, arrivati intorno alle 22:45.

Prima di entrare in clinica il re aveva presenziato alla cerimonia della consegna delle credenziali di 16 ambasciatori, tra i quali lo statunitense James Costi.

L'intervento è stato il tredicesimo subito da Juan Carlos nella sua vita, l'ottavo dal 2010; il 3 marzo scorso il re fu operato nella clinica privata "La Milagnosa" per un'ernia discale.

Durante il periodo di convalescenza e riabilitazione il re sarà rappresentato dall'erede al trono, il principe Felipe.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS