Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'infanta Cristina, figlia del re di Spagna, Juan Carlos, ancora al centro di un accertamento disposto dal giudice istruttore del caso Noos, José Castro, titolare dell'inchiesta sulla Fondazione presieduta dal marito di Cristina, Inaki Urdangarin, accusato di aver intascato, assieme al socio Pedro Torres, 6 milioni di fondi pubblici.

Il giudice José Castro, che già in passato aveva tentato vanamente di incriminare l'infanta, ha chiesto oggi all'Agenzia tributaria di accertare operazioni con terzi nelle quali è intervenuta Cristina.

La disposizione - ha reso noto il Tribunale superiore delle Baleari - riguarda il modello 347 della dichiarazione dei redditi nel quale devono essere riportate operazioni professionali svolte con terzi.

Nel maggio scorso Castro incriminò Cristina, ma il provvedimento fu annullato dalla magistratura superiore che ritenne non vi fossero indizi certi sulla sua corresponsabilità nella gestione della Fondazione, della quale la figlia del re Juan Carlos è socia al 50% con il marito. Da allora il giudice ha disposto una serie di accertamenti fiscali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS