Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MADRID - Si e' radicalizzato oggi, ed ha mandato in tilt il traffico nella capitale spagnola, lo sciopero dei lavoratori della metropolitana di Madrid, iniziata ieri per proptestare contro il taglio di 2,15% degli stipendi previsto in base all'ultimo giro di vite approvato dal governo del premier Jose' Luis Zapatero per ridurre il deficit pubblico.
Oggi i dipendenti di Metro Madrid hanno deciso di non osservare l'obbligo di servizio minimo previsto dalla legge, e tutti i treni sono stati bloccati dall'inizio della giornata. Secondo la direzione lo sciopero ora e' diventato ''selvaggio''. Ieri, durante la prima giornata di astensione dal lavoro, il servizio minimo aveva consentito la circolazione del 50% circa dei convogli.
Due milioni di persone usano ogni giorno Metro Madrid. La paralisi della metropolitana ha provocato un enorme aumento del numero delle auto private e un assalto ai trasporti pubblici alternativi, gli autobus in particolare, provocando ingorghi e code chilometriche in tutta la citta' e sulle principali vie di accesso dall'esterno. I sindacati minacciano di proclamare uno sciopero illimitato se non sara' revocato il taglio degli stipendi.

SDA-ATS