Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Torna in carcere in Spagna lo 'stupratore dell'ascensore'. Condannato nel 1992 a 273 anni di carcere per due omicidi e 18 stupri, ma uscito per "condotta esemplare" dopo 21 anni, l'uomo oggi è stato di nuovo arrestato e accusato di almeno 4 nuove violenze.

Pedro Luis Gallego, 55 anni, era uscito dal carcere nel 2013, 252 anni prima del termine indicato nella condanna. Era stato riconosciuto allora colpevole di 18 aggressioni sessuali due delle quali concluse con l'omicidio delle vittime. Si presentava negli edifici del quartiere La paz di Madri fingendosi tecnico degli ascensori per aggredire donne sole.

Tre psicologi del carcere avevano concluso che era pentito e pronto a reinserirsi nella società.

Secondo la polizia spagnola da quando ha lasciato il carcere si è trasferito a Segovia. Si spostava a Madrid dove rapiva le sue vittime, le portava incappucciate a Segovia, dove le violentava, e poi le lasciava vicino a dove le aveva sequestrate. L'uomo è stato arrestato mentre usciva di casa con la compagna.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS