Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

È stato estradato giovedì scorso verso la Svizzera il 25enne sospettato di aver ferito gravemente all'inizio di maggio a Zurigo un 26enne con un colpo di pistola. L'uomo, un simpatizzante neonazista pregiudicato, era stato arrestato al suo arrivo alla stazione di Amburgo, in Germania, con una pistola nello zaino.

L'inchiesta è nelle mani della quarta sezione del Ministero pubblico zurighese, ha detto oggi il procuratore generale di Amburgo Wilhelm Möllers, confermando la notizia dell'avvenuta estradizione.

Il cittadino svizzero era ricercato per una rissa terminata con uno sparo, avvenuta nelle prime ore del 6 maggio, un sabato, nel quartiere del Niederdorf a Zurigo. Il 25enne gravita negli ambienti dell'estremismo di destra.

Lo scorso mese di gennaio il Tribunale cantonale di Soletta lo ha condannato a 39 mesi di prigione per un totale di 44 delitti. È stato riconosciuto colpevole tra l'altro di discriminazione razziale, violenze e minacce contro funzionari, vie di fatto e rissa.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS