Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

NEW YORK - Keplero, l'osservatorio spaziale della Nasa progettato per dare la caccia ai pianeti simili alla Terra, ha individuato i suoi primi 5 pianeti esterni al sistema solare. I pianeti, battezzati Kepler 4b, 5b, 6b, 7b e 8b, sono tutti giganti gassosi con una massa compresa fra quella dei nostri pianeti giganti, Nettuno e Giove, e la loro scoperta è stata annunciata durante il meeting della Società Americana di Astronomia in corso a Washington.
"Questo risultato dimostra che gli strumenti di Keplero funzionano" ha osservato il responsabile scientifico della missione, William Borucki del centro di ricerca Ames della Nasa. "Le osservazioni che si otterranno con Keplero - ha aggiunto - ci aiuteranno a comprendere come i sistemi planetari si formano e come i dischi di polveri e gas intorno alle stelle evolvono per dare vita ai pianeti".
Lanciato il 6 marzo 2009 da Cape Canaveral in Florida, Keplero può osservare simultaneamente fino a 150.000 stelle, i suoi strumenti fotometrici, spiega la Nasa, hanno già misurato centinaia di possibili firme di pianeti intorno a stelle simili al Sole, tutti dati che ora sono in corso di analisi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS