Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MOSCA - La Russia sta progettando la prima stazione spaziale orbitale commerciale, da affiancare alla Iss. "Il progetto è estremamente interessante perchè permetterà al settore privato di partecipare ad una iniziativa unica e porterà investimenti privati nell'industria spaziale russa", ha spiegato all'agenzia Interfax il primo vice capo dell'agenzia spaziale russa Roskosmos Vitali Davidov.
La nuova stazione spaziale sarà frutto di una cooperazione tra Energhia, compagnia russa leader del settore, e la società Tecnologie orbitali, che sostiene di aver già firmato alcuni contratti con clienti operanti nel settore medico-scientifico.
Potrà ospitare sino a sette persone, tra astronauti professionisti, turisti dello spazio, scienziati ed esperti di varie società commerciali: per il loro trasporto verranno utilizzate le navicelle Soyuz e Progress. La stazione avrà una vita di almeno 15 anni e orbiterà a circa 100 km dalla Iss. Secondo il direttore dei programmi di pilotaggio Roskosmos Alexiei Krasnov, potrà essere utilizzata anche in caso di emergenze sulla stazione spaziale internazionale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS