Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Confederazione investe molto nella ricerca, le spese in questo ambito sono raddoppiate in dodici anni passando a 2,1 miliardi di franchi nel 2012. Rispetto al 2010, anno in cui si era svolta la rilevazione precedente dell' Ufficio federale di statistica (UST), c'è stato un aumento del 17%.

L'importo di 2,1 miliardi di franchi è versato alla ricerca essenzialmente sotto forma di contributi (1,9 miliardi, +18% rispetto al 2010) destinati a sostenere programmi in Svizzera e all'estero. Il maggior beneficiario è stato il Fondo nazionale svizzero per la ricerca scientifica (FNS) con 878 milioni di franchi, precisa un comunicato dell'UST.

Le spese restanti (242 milioni, +7%) comprendono le spese sostenute dalla Confederazione stessa e quelle legate a dei mandati affidati a organismi esterni. Le prime sono aumentate del 12% in due anni, raggiungendo i 139 milioni, le seconde dell' 1%, a 103 milioni.

L'effettivo del personale della Confederazione attivo nella ricerca è aumentato del 5% tra il 2010 e il 2012, passando da 1483 a 1560 persone. Questa progressione bilancia il calo del 6% osservato tra il 2008 e il 2010.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS