Navigation

Spray contaminato uccide centinaia di migliaia di api in Svizzera

Un pesticida, legale e non problematico, venduto nei negozi agricoli Landi è stato contaminato da una sostanza illegale, vietata dalla Confederazione e dall'UE, e ha ucciso centinaia di migliaia di api in Svizzera. KEYSTONE/GIAN EHRENZELLER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 20 ottobre 2019 - 12:03
(Keystone-ATS)

Un pesticida venduto dalla catena di negozi agricoli Landi, e contaminato da una sostanza illegale, ha ucciso centinaia di migliaia di api in Svizzera.

Un apicoltore argoviese ha recentemente denunciato alla polizia che le sue 24 colonie di api sono misteriosamente morte nel giro di pochi giorni, riferisce l'edizione odierna del domenicale SonntagsZeitung.

Un'indagine delle autorità federali ha appurato che le api sono state avvelenate con l'insetticida fipronil, vietato in Svizzera e nell'UE. La sostanza era miscelata in modo irriconoscibile nell'insetticida Pirimicarb, legale e non problematico, che la cooperativa agricola bernese Fenaco vende nei suoi negozi.

Non è ancora chiarito quanto del prodotto contaminato, fabbricato da un'azienda chimica indiana poco nota, sia già finito su colture di frutta e verdura.

Il titolare della licenza per la vendita in Svizzera è una società di comodo senza dipendenti, come scrive il domenicale. La direttrice del Servizio sanitario apistico (SSA) Anja Ebener chiede ai Cantoni controlli migliori.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.