Navigation

Spreitenbach (AG): sindaco si dimette, minacce alla famiglia

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 ottobre 2011 - 16:28
(Keystone-ATS)

Ai microfoni della tv svizzero-tedesca aveva dichiarato mesi fa che il suo comune non ha nessun problema con gli stranieri, nonostante il tasso di residenti non svizzeri raggiunga il 51%. A causa delle minacce rivolte a lui e alla sua famiglia, il sindaco di Spreitenbach (AG), Josef Bütler (PLR), ha deciso di gettare la spugna.

Il sindaco del comune argoviese alle porte di Zurigo ha deciso di dimettersi per la fine di febbraio 2012. L'annuncio risale a venerdì scorso, ma è rimbalzato soltanto oggi sui media nazionali in seguito ad una presa di posizione dell'associazione dei sindaci del canton Argovia, che si dice "preoccupata" e considera le intimidazioni e le offese rivolte alle autorità comunali "un problema in crescita".

Il sindaco Bütler ha ricevuto a casa per diversi mesi telefonate minacciose, non soltanto da persone che abitano a Spreitenbach, ha detto all'ats il vicesindaco Stefan Nipp (PPD). Gli autori delle telefonate - ha aggiunto - non erano necessariamente persone d'estrema destra, ma in molti casi si è trattato di cittadini frustrati e arrabbiati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?