Navigation

SR Technics e Gategroup, a rischio 850 impieghi in Svizzera

Gate Gourmet, un marchio di Gategroup. KEYSTONE/CHRISTIAN BEUTLER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 22 luglio 2020 - 16:00
(Keystone-ATS)

Il lavoro ridotto non è bastato a contenere gli effetti delle conseguenze della pandemia, sul settore elvetico dell'aviazione cala ora la scure della soppressione di impieghi: presso SR Technics e Gategroup potrebbero sparire 850 posti.

A soffrire maggiormente sarà Zurigo, centro nevralgico del ramo, ma le conseguenze si faranno sentire anche a Ginevra e Basilea, stando alle fonti informate a cui si rifanno oggi le testate Tamedia. Dappertutto la causa delle ristrutturazioni è uguale: il coronavirus.

Il settore del trasporto aereo è stato gravemente colpito dal Covid-19, ha spiegato all'agenzia Awp Nancy Jewell, portavoce di Gategroup, società attiva nel ramo della ristorazione a bordo dei velivoli. "Di conseguenza, siamo costretti a rispondere alla situazione per garantire la sostenibilità a lungo termine delle nostre attività", ha aggiunto.

Gategroup ha avviato il processo di informazione e consultazione presso le due sedi di Zurigo e Ginevra. Secondo Jewell l'azienda farà tutto il possibile per mantenere il maggior numero di impieghi. In caso di licenziamento intende offrire un piano sociale. Complessivamente circa il 30-35% dei posti di lavoro nelle due sedi sarà interessato dalla ristrutturazione, per un totale fino a 350.

Ancora più pesanti si annunciano le conseguenze occupazionali presso SR Technics, gruppo attivo nel settore della manutenzione dei velivoli. Secondo i giornali di Tamedia gli esuberi sarebbero 500: la gran parte - si parla di 400 - a Kloten (ZH), dove oggi sono attivi 1400 dipendenti, ma non verrebbero risparmiate nemmeno Ginevra (che mette a referto 300 collaboratori) e Basilea (100).

I tagli rientrerebbero nella riorganizzazione resa nota la settimana scorsa: SR Technics, che per la maggioranza è in mano al colosso cinese dell'aviazione e del turismo HNA, ha annunciato che rinuncerà a offrire diversi servizi.

Da parte sua oggi l'impresa fa sapere che è ancora troppo presto per parlare delle ripercussioni sull'impiego nei vari aeroporti. L'azienda cercherà di limitare al massimo i licenziamenti e promette di informare a tempo debito sia internamente che esternamente. Stando a un sindacalista citato dalle testate Tamedia la direzione renderà noti i suoi piani ai partner sociali il 6 agosto.

La crisi del Covid-19 ha duramente toccato la ditta: a causa del crollo della domanda è stato fra l'altro introdotto il lavoro ridotto. La società ha anche ottenuto una linea di credito supplementare dalle banche di 120 milioni di franchi, garantita dalla Confederazione nella misura del 60%.

Se Gategroup e SR Technics piangono, anche Swissport non ride: nel fine settimana è emerso che sono in corso negoziati per un piano sociale concernente il colosso mondiale nell'assistenza aeroportuale.

Tutti e tre le imprese citate sono state un tempo rampolli dell'estesa famiglia Swissair. Le loro origini vanno infatti ricercate nelle attività della compagnia aerea elvetica: Gategroup è stata scorporata nel 1992 (all'epoca con il nome di Gate Gourmet), Swissport nel 1996 (ragione sociale: Swissair Ground Services International), mentre SR Technics acquisì personalità giuridica propria nel 1997. Tutte e tre le "sorelle" diventarono improvvisamente orfane nel 2001, con il grounding di Swissair. Sono tutte andate in sposa a capitali stranieri: oggi ciascuna fa riferimento a uno o più "mariti" asiatici.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.