Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

COLOMBO - La comunità internazionale sta correndo in aiuto dello Sri Lanka dove il bilancio delle vittime delle alluvioni è salito a 32 morti e una dozzina di dispersi, secondo gli ultimi dati riferiti dai media locali. Oltre un milione di persone sono state colpite dalle piogge monsoniche record che hanno devastato il centro e sulla costa orientale.
I senza tetto, ospitati nei campi allestiti dall'esercito a Batticaloa, Trincomale e Vavunya sono 330.220 in base al registro del Centro di gestione dei disastri. Il livello dell'acqua nelle regioni inondate si sta lentamente abbassando, ma cui vorranno ancora giorni per permettere il rientro nelle case. Circa 7000 abitazioni sono state distrutte e circa 20'000 danneggiate.
Le Nazioni Unite lanceranno nei prossimi giorni un appello per la richiesta di aiuti, in particolare per le famiglie che hanno perso il raccolto agricolo e che non hanno più mezzi di sostentamento. Il governo di Colombo ha stimato che i danni del disastro ammontano a 500 milioni di dollari. L'Unione Europea, ieri, ha promesso lo stanziamento di 2 milioni di euro per aiuti di emergenza che saranno distribuiti attraverso le agenzie internazionali.
Mentre oggi gli Stati Uniti hanno annunciato 300'000 dollari in generi di prima necessità e imbarcazioni per la distribuzione dei soccorsi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS