Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Roger de Weck è il nuovo direttore generale della Società svizzera di radiotelevisione. Il 56enne friburghese succederà ad Armin Walpen nel gennaio 2011. Si tratta dell'ottavo direttore generale dalla nascita della SSR, nel 1931. La sua nomina, dopo una lunga procedura di selezione, costituisce una sorpresa.
L'assemblea generale dei delegati ha avallato oggi la scelta del consiglio di amministrazione. Si tratta della prima volta nella storia che la designazione di colui che è chiamato a tenere le redini dell'azienda televisiva di servizio pubblico avviene senza il consenso del Consiglio federale.
Il neoeletto direttore generale - nato a Friburgo nel 1953 e domiciliato a Zurigo, sposato e padre di quattro figli adulti - è perfettamente bilingue e vanta una lunga carriera giornalistica.
De Weck ha iniziato infatti a scrivere per la "Tribune de Genève", in seguito ha collaborato anche a "24 heures" e alla "Weltwoche" ed è stato corrispondente da Parigi per il giornale tedesco "Die Zeit".
Nel 1992 è passato al "Tages-Anzeiger" come caporedattore e membro della direzione del gruppo Tamedia. Nel 1997 è tornato nuovamente a "Die Zeit". Dal 2001, opera come libero pubblicista e lavora per la televisione, la radio e la stampa in Svizzera e all'estero. Attualmente presiede l'Istituto di alti studi internazionali e dello sviluppo di Ginevra, indica una nota odierna della SSR.

SDA-ATS