Navigation

Stadler: risultati in forte calo, futuro roseo

Lo stabilimento di Bussnang (TG) KEYSTONE/GIAN EHRENZELLER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 25 agosto 2020 - 09:30
(Keystone-ATS)

L'epidemia di coronavirus non è stata senza conseguenze per Stadler: l'utile operativo EBIT è crollato dell'89% a 5,0 milioni e il fatturato netto è calato del 16% a 934,7 milioni. Grazie ai numerosi ordini in portafoglio, il gruppo vede però il futuro con serenità.

In una nota, il costruttore ferroviario comunica che il margine operativo è improvvisamente crollato allo 0,5%, rispetto al 4,2% dei primi sei mesi del 2019. Forte calo anche per l'utile netto, precipitato del 43% a 15,7 milioni di franchi.

Nel periodo in rassegna, caratterizzato dal cosiddetto "lockdown", Stadler ha subito interruzioni della catena di approvvigionamento e i viaggi per dipendenti, clienti e autorità di regolamentazione sono stati fortemente limitati. Lo stabilimento di Valencia (E) è rimasto chiuso per tre settimane e la produzione a Salt Lake City (USA) è stata a lungo interrotta.

Malgrado ciò, il gruppo si aspetta un secondo semestre "solido", soprattutto in termini di fatturato e redditività. Nei primi sei mesi del 2020 Stadler si è infatti aggiudicata nuovi ordini per un valore complessivo di 3,1 miliardi di franchi, una cifra superiore del 35% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In totale, il portafoglio ordini è aumentato del 12% a 16,8 miliardi di franchi.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.