Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MOSCA - La Duma potrebbe ratificare il trattato Start il 25 gennaio dopo la terza e definitiva lettura. Lo ha detto Boris Gryzlov, presidente della camera bassa del parlamento russo che oggi ha ripreso i lavori dopo la lunga pausa natalizia.
L'intesa, con la quale Russia e Stati Uniti si sono impegnati a ridurre gli arsenali nucleari e che è stata approvato in prima lettura dalla Duma il 24 dicembre, deve essere votato in seconda lettura il 14 gennaio. Una volta approvato dalla camera bassa, il testo sarà sottoposto al vaglio del Consiglio della Federazione, la camera alta del parlamento russo.
La maggior parte degli analisti in Russia esclude che ci possano essere ostacoli all'approvazione del trattato siglato lo scorso aprile dai presidenti Barack Obama e Dmitri Medvedev, che in prima lettura ha ottenuto 350 voti a favore e 58 contrari.
Tuttavia, rispetto al testo ratificato dal senato americano il 22 dicembre, la commissione esteri dalla Duma ha preparato alcuni emendamenti volti a mettere l'accento sul diritto della Russia a uscire dal trattato nel caso ritenesse che la sua sicurezza è minacciata. La questione ruota tutto attorno allo scudo anti-missile o altri sistemi di difesi di paesi occidentali: nella versione votata da Washington l'intesa non stabilisce limiti sui programmi di difesa americani.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS