Navigation

Stati, ballottaggio, Vallese (definitivi): prima donna agli Stati

La nuova consigliera agli Stati vallesana Marianne Maret (PPD). KEYSTONE/OLIVIER MAIRE sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 03 novembre 2019 - 14:53
(Keystone-ATS)

Per la prima volta, i vallesani hanno designato una donna, la popolare democratica Marianne Maret, quale loro rappresentante al Consiglio degli Stati. Come dal 1857, i due seggi alla Camera dei Cantoni rimangono in mani democristiane.

Il socialista Matthias Reynard, brillantemente rieletto due settimane fa in Consiglio nazionale, non è riuscito a scalfire l'egemonia del PPD nel ballottaggio odierno.

Il "senatore" popolare democratico uscente altovallesano Beat Rieder, che non era contestato da nessuno, come previsto ha facilmente superato il test elettorale ottenendo il miglior risultato con 52'355 voti. La sua collega di partito, che taluni davano minacciata da Reynard, ne ha raccolti 48'402. Il socialista ha in effetti inseguito da vicino Maret: ha mancato l'elezione per 1371 suffragi, raggiungendo quota 47'032. La sua compagna di lista, la presidente dei Verdi altovallesani Brigitte Wolf, ha fatto segnare un buon risultato, sulla scia del primo turno (31'411 preferenze). La partecipazione si è attestata al 50,4%, in calo di circa 5 punti percentuali rispetto al 20 ottobre.

Com'era previsto, la terza lista in corsa per il ballottaggio e il suo candidato, il presidente dell'UDC cantonale Cyrille Fauchère, non hanno avuto un grande impatto sulla dinamica del voto. Il democentrista ha ottenuto 14'227 suffragi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.